Contenzioso e giurisprudenza

La gravidanza nel periodo di preavviso non annulla il licenziamento

di Giuseppe Bulgarini d'Elci

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Se lo stato di gravidanza insorge nel periodo di preavviso, dopo che la lavoratrice è già stata destinataria della lettera di licenziamento, la condizione di gestante non è idonea a determinare la nullità del recesso datoriale. La Corte di cassazione afferma questo principio con l'ordinanza 9268/2019 , nella quale spiega come lo stato di gravidanza insorto durante il periodo di preavviso non costituisca causa di nullità del licenziamento intimato prima che la ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?