Contenzioso e giurisprudenza

Epatite C contratta da infermiera, la Cassazione nega la malattia professionale

di Angelina Turco

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

L'epatite C è una malattia ad eziologia plurifattoriale e l'onere della prova del nesso causale con l'attività lavorativa è a carico del lavoratore. È quanto ribadito dalla Corte di cassazione con ordinanza 12 aprile 2019, n. 10331 . La vicenda a monte della decisione è la domanda presentata dall'erede di un'infermiera professionale per l'accertamento dell'occasione di lavoro per gli infortuni occorsi in occasione di punture da siringhe infette e per il riconoscimento della rendita o dell'indennizzo ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?