Contenzioso e giurisprudenza

Nullo il licenziamento del lavoratore appena reintegrato in sede diversa

di Angelo Zambelli

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

È nullo il licenziamento, perché intimato in frode alla legge, in quanto ha realizzato un'operazione complessivamente volta ad eludere le disposizioni imperative in materia di recesso del datore di lavoro, sottraendosi in tal modo ad un ordine di reintegra. Un noto gruppo del settore retail, che era stato condannato a reintegrare un proprio dipendente in seguito all'accertata illegittimità di un precedente licenziamento, ha disposto la reintegra del lavoratore non presso il negozio ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?