Contenzioso e giurisprudenza

Dopo la doppia conforme niente ricorso per omesso esame di fatti decisivi

di Angelo Zambelli

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La Corte di cassazione, con la sentenza n. 29596/2020 del 24 dicembre, ha ribadito due princìpi: innanzitutto, l'impossibilità per le parti, nell'ambito della specificità del rito del lavoro, di introdurre domande, eccezioni e conclusioni nuove modificando in tal modo gli originali petitum e/o causa petendi; secondariamente, l'impossibilità di impugnare per omesso esame di fatti decisivi le sentenze di secondo grado in ipotesi di cosiddette “doppia conforme”, ovvero nel caso in cui i due gradi di merito si siano ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?