Contratti di lavoro

Retromarcia sugli stagionali, sì ai rinnovi senza causale

di Marco Mobili e Claudio Tucci

I contratti a tempo determinato per le attività stagionali potranno essere prorogati o rinnovati liberamente, senza dover indicare la causale. L’aggravio contributivo, 0,5 punti percentuali - che si aggiunge all’1,4% già introdotto dal 2012 da Elsa Fornero e che finanzia la Naspi - resta, scatterà «in occasione di ciascun rinnovo» di un rapporto a termine, inclusa la somministrazione (su cui, quindi, si aggrava la stretta, visto che al rapporto tra agenzia privata e lavoratore si estenderà pure il ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?