Contratti di lavoro

Crediti alimentari

di Roberta Di Vieto e Di Liberto Marco

LA DOMANDA Ad un dipendente, fino al mese scorso, veniva trattenuto: 1) 1/5 dello stipendio per arretrati da mantenimento dell'ex coniuge mai corrisposti; 2) 1/10 per debiti tributari, fino alla metà dello stipendio. Oggi è arrivata una ulteriore richiesta da parte del Tribunale affinché il datore trattenga un importo mensile come nuovo mantenimento dell'ex coniuge. Si chiede se debba essere comunque rispettata la precedenza dei vecchi debiti oppure se quelli alimentari prevaricano sul debito tributario e quindi vadano trattenuti per primi. Inoltre, è corretto continuare a considerare come capienza massima la metà dello stipendio? Grazie

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?