Rapporto con gli enti

Contratti a termine con il nodo arretrati

di Antonino Cannioto, Giuseppe Maccarone

Il Decreto dignità (Dl 87/18 – L.96/18), per scoraggiare il ricorso sistematico ai contratti a tempo determinato con gli stessi lavoratori, ha introdotto un incremento della contribuzione dello 0,50% che si applica a ogni rinnovo: al primo rinnovo si paga lo 0,5% in più, al secondo l’1%, al terzo l’1,5% e così via. Il ministero del Lavoro, nella circolare 17/2018, ha precisato che a regime la maggiorazione interessa tutti i rinnovi, mentre per i periodi pregressi la data ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?