Rapporto con gli enti

Equivalenza dei contratti solo per benefici contributivi e normativi

di Nevio Bianchi e Barbara Massara

L’eventuale equivalenza tra contratti collettivi maggiormente rappresentativi e contratti “minori” deve essere valutata con esclusivo riferimento all’applicazione dei benefici contributivi e normativi. Lo puntualizza l’Ispettorato nazionale del lavoro nella circolare 9/2019 , che fornisce precisazioni in merito alla precedente circolare 7/2019 con cui lo stesso Inl aveva voluto chiarire la portata dell’articolo 1, comma 1175, della legge 296/2006 che subordina l’accesso alle agevolazioni contributive al rispetto dei contratti collettivi, nazionali, territoriali ed aziendali stipulati dalle ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?