Rapporto di lavoro

In Francia no al lavoro subordinato per gli autisti Uber, in Gran Bretagna sì. Per la Corte Ue non basta la app

di Maurizio Caprino

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Gli autisti francesi di Uber non hanno diritto a essere inquadrati come lavoratori dipendenti: lo ha stabilito il Tribunale del lavoro di Parigi, con un provvedimento depositato il 29 gennaio di cui si è avuta notizia ieri. Agli autisti inglesi, invece, questo status era stato riconosciuto anche in appello, non più tardi dello scorso novembre. Altre cause ci sono state nel mondo (soprattutto negli Usa), con decisioni che nella maggior parte dei casi hanno dato ragione a Uber. ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?