Contenzioso e giurisprudenza

Portatori di handicap, il repêchage impossibile non basta per recedere

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

Il licenziamento del lavoratore portatore di handicap per sopravvenuta inidoneità fisica presuppone che il datore di lavoro abbia preventivamente verificato di non potere adottare “accomodamenti ragionevoli” in una prospettiva di riorganizzazione del lavoro aziendale idonea alla salvaguardia del posto di lavoro. Non è sufficiente che il datore dimostri l'impossibilità del repêchage per assenza di posizioni vacanti nel contesto statico della precostituita struttura aziendale, perché il rispetto del principio di parità di trattamento ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?