Contenzioso e giurisprudenza

Non licenziabile il direttore generale che segnala potenziali reati

di Angelo Zambelli

La segnalazione di fatti di potenziale rilievo penale, ipoteticamente commessi dal datore di lavoro, non può di per sé integrare una giusta causa di licenziamento, laddove priva di intento calunnioso. Così è stato affermato dalla Corte di cassazione con la sentenza 17689/2022 in una fattispecie peculiare. Il ricorso per Cassazione era stato presentato da un direttore generale licenziato per giusta causa dopo soli quattro mesi dalla sua assunzione per aver espresso il suo formale ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?