Rapporto di lavoro

Il rifiuto del lavoratore a rendere la prestazione, in bilico tra l'assenza ingiustificata e le dimissioni di fatto

di Giuseppe Pirinu

La vexata quaestio concernente l'obbligo di ricondurre la fattispecie della "mancata e reiterata prestazione lavorativa" del lavoratore subordinato a tempo indeterminato, alla ipotesi di "Assenza Ingiustificata", piuttosto che a quella di "Dimissioni di Fatto", si presta ad interpretazioni piuttosto dibattute in dottrina e giurisprudenza, con posizioni tutt'altro che definite. Tutto ciò è generato dalla mancanza di una norma che possa dedurre, dal comportamento concludente del lavoratore, la via da seguire senza incappare in incidenti di percorso.L'Art. 26 del D.Lgs. ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?