Rapporto di lavoro

Malattia e licenziamento

di Josef Tschoell

LA DOMANDA Un'impiegata dopo aver ricevuto una contestazione disciplinare si assenta dal lavoro e dopo due giorni trasmette il protocollo di una malattia retrodatata, senza aver mai avvisato l'azienda. Lo stesso giorno del certificato di malattia la dipendente invia una mail di giustifiche in merito alla contestazione che non vengono ritenute valide, anzi essendosi lesa la fiducia nei suoi confronti, l'azienda infligge il licenziamento. L'azienda era tenuta a pagare la malattia?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?